EARLY DAYS // PSYCO CLUB

In attività dai primi anni 80 con i primi avventurosi concerti di Siouxsie and The Banshees, Monochrome Set, Tuxedo Moon, Suicide, XTC, Peter Hammill, Alice, Nico e numerosi altri artisti italiani e internazionali, l’associazione Psyco promuove nella propria sede storica – lo Psyco Club – e in spazi più ampi, eventi e attività musicali: rassegne tematiche, festival e singoli concerti, tour nazionali e produzioni discografiche, favorendo interazioni con altre forme di espressione artistica.
Da ricordare nel 1984 WHODINI, probabilmente il primo evento rap in Italia, direttamente da NYC e SwatchGala un happening – per l’arrivo in Italia del “primo orologio di plastica da collezione”, con pittori, musicisti, scenografi, performer, videomaker – fortemente ispirato dall’ Exploding Plastic Inevitable (show) di warholiana memoria.

Dopo alcune esperienze in partnership con altre realtà operative sul territorio nazionale, dal 2015 Psyco, grazie ad un ampio accordo di collaborazione, viene affiancata da BOAVIDA srl con reciproca soddisfazione per le iniziative fino ad oggi realizzate.

I PRIMI CONCERTI

QUANDO LA NUOVA MUSICA ITALIANA METTEVA I DENTI

Lo Psyco Club (1980-1991) aveva la sua sede – nel cuore del centro storico genovese, adiacente ad un cinema a luci rosse e a pochi metri dal Teatro Carlo Felice – in un appartamento al primo piano di un edificio del 1600, all’interno del quale leggenda vuole fossero state girate alcune scene de Le Mura di Malapaga (Renè Clement 1949) con Jean Gabin.
Un’offerta di qualità, caratterizzata da una programmazione trasversale
mai condizionata da classifiche di vendita e logiche di mercato, che supportava in tempo reale la cosiddetta “nuova musica italiana” di allora, prestando al contempo grande attenzione alle nuove tendenze ed ai più significativi artisti internazionali.

Psyco Club 1980-1991 // Portone d'ingresso

PSYCO CLUB  Ottobre 1980 – Gennaio 1991 // Il portone d’ingresso di Vico Carmagnola 7

Una fitta programmazione live, con rassegne tematiche e singoli concerti che ha utilizzato tutti gli spazi disponibili in città, garantendo un punto di riferimento adeguato a diverse generazioni di musicisti e di appassionati. Ricordiamo tra i molti, Denovo, Neon, Deafear, CCCP, Not Moving, Diaframma, Litfiba, Gaz Nevada, Avion Travel, Monuments, Deafear, Negazione – con i genovesi ScortillaDirty Actions, Metalbody, Alan Ladds, Local Heroes, Establishment, Sleeves, tra i più significativi di quegli anni, che infiammavano i palchi genovesi e della Penisola.

New wavers e punkettoni italiani si facevano largo tra spalline imbottite e capelli cotonati, mascara, eyeliner e “chiodi”.

COME E CON CHI

Le nostre iniziative ideate e promosse con la collaborazione di soggetti pubblici e privati si avvalgono delle risorse interne e della professionalità acquisita sul campo dai nostri associati, del temporaneo impegno che studenti o giovani in attesa del primo impiego sono in grado di prestare, di partners e figure professionali tra le più capaci e stimate del settore.

CHE COSA

La strategia di offerta si è ampliata e diversificata nel tempo: convegni tematici, stagioni di gestione teatrale, attività multidisciplinari con programmazione di festival e singoli concerti spesso svelando luoghi altri, che indicavano il cambiamento della città di Genova:  per Goa-Boa sono state ad esempio utilizzate le aree ex Italsider di Campi e successivamente le ex-Acciaierie Ilva di Cornigliano, il molo di Ponte Parodi; ovvero spazi mai utilizzati per programmare musica dal vivo.  Quando necessario ci siamo serviti anche di balere e bocciofile cittadine come del tetto della Facoltà di Architettura dell’Università di Genova.
Alle attività realizzate a Genova ed in Liguria sono seguite produzioni discografiche e l’allestimento di tour nazionali.

CHI C’ERA

Una programmazione ad onda lunga con artisti che – modificando linguaggi e obiettivi degli anni ’80 – investiva e dava la spinta alla generazione successiva; quella dei Mau Mau, Casino RoyaleLa Crus, Massimo VolumeTimoriaElio e le Storie Tese, Subsonica, Carmen Consoli, Negrita, Almamegretta, 99Posse, Afterhours, Bluvertigo, Prozace poi ancora in avanti con Caparezza, Capossela, Bandabardò, Max Gazzè, Bugo, Daniele Silvestri, Roy Paci, Elisa, Negramaro, Tiromancino, Baustelle, Offlaga Disco Pax, Teatro degli Orrori, Tre Allegri Ragazzi Morti, Verdenafino ai tempi più recenti con iCani, SBCR/Bloody Beetroots, Raphael Gualazzi, Malika Ayane, Boomdabash, Coez, Ghemon, CarlBrave x Franco 126, Coma Cose, Coez, Sfera Ebbasta, Willie Peyote, Motta, Giorgio Poi,  Frah Quintale, Cosmo, Achille Lauro, Myss Ketasempre prestando grande attenzione alla scena locale, dai Sensasciou, Voci Atroci e Blindosbarra fino agli Ex-Otago, Raphael, Zibba, Tedua, Izi e tantissimi altri talenti a km zero di oggi. Spesso offrendo loro l’opportunità di condividere il palco con artisti anche internazionali, in alcuni casi cruciali nella storia della musica.

Our Best
DAI KRAFTWERT A MANU CHAO

Alcuni tra i tanti artisti internazionali con i quali abbiamo avuto il privilegio di condividere gioia e fatica in questi primi anni di attività:
David Sylvian, Robert Fripp, Dead Can Dance, The Passions, Psychedelic Furs, Nikki Sudden, Kraftwerk, Robin Hitchcock, Caravan, Berth Jansch, John Renbourn, Gong, Hawkind, David Thomas Pere Ubu, Screamin Jay Hawkins, Rick Danko, Noel Redding, Jonathan Richman, Willy de Ville, Steve Wynn, Firehose, Thin White Rope, Died Pretty, Bevis Frond Thee Hypnotics, Ali Farka Tourè, Khaled, Toure Kunda, Youssou ‘n Dour, Miriam Makeba,Linton Kwesi Johnson, , Stray Cats, The Pogues, Les Negresses Vertes, Les VRP, Les Cassepieds, Les Pires, Dionysos, Massilia Sound System, Bad Brains, Napalm Death, Fuzztones, ? and the Mysterians, Meat Puppets, Urban Dance Squad,  The Skatalites, The Wailers, Alborosie, Shaggy, Lali Puna, Stereolab, dEUS, Transglobal Underground, Cornershop, Incognito, Ani di Franco, Blonde Redhead, Daniel Johnston, Divine Comedy, Tricky, The Hives, Beck, Kings of Convenience,  Emir Kusturica, Shantel, Asian Dub Foundation, Faithless, Incognito, Woorking Week, Groove Armada, James Lavelle,  Skin, Phoenix, LCD Soundsystem, Peaches, Chicks On SpeedLaurie Anderson, Gogol Bordello, George Clinton, Manu Chao, Antony and the Johnson, Franz Ferdinand & Sparks, Paolo Nutini, Morrissey. Oltre 2000 concerti prodotti, organizzati e promossi a Genova/Liguria e in Italia.

Le attività
PIÙ IMPEGNATIVE E SODDISFACENTI 

Tra le attività più impegnative e soddisfacenti ricordiamo:
• PSYCO CLUB
dieci stagioni (80-91)
• DECENNALE PSYCO CLUB
festeggiato con Kraftwerk concerto/mostra (Sgt Pepper – Psyco Club 1990)
• SUONI DAL MONDO
concerti e altre rassegne 
• TEATRO ALBATROS
Quattro stagioni (93-97) 
• la MUSICA DI CARTA
Conferenze/Concerti/Editoria musicale (Palazzo Ducale- Teatro Albatros 1994)
– PORTO MONDO
e altri eventi
 Port Antico 1994 – 2019 
• SALUTI DA RECCO
Rassegna Concerti
• OFFICINE MUSICALI
Rassegna Concerti (1998)
• BOAGOA
Rassegna Concerti (Dlf 1998-99) 
– PSYCO SOCIAL CLUB_BLUE MOOD
rassegna concerti e clubbling 
• TOUR NAZIONALI
di Manu Chao, Zebda, Sons of the Desert, Les Cassepieds – Les V.V. (1990-2016)

• il CONCERTONE DEL 1° MAGGIO 2004
alla Fiumara collegamento con Roma e diretta Rai
• GENOVA 2004 CAPITALE DELLA CULTURA
Eventi, installazioni, concerti.
• il CAPODANNO DI GENOVA
(2000-2001-2002-2003-2004-2005-2021)
• 60° ANNIVERSARIO dalla DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI
Grande festa con associazioni, artisti e pubblico da tutto il mondo (Goa-Boa, Fiera di Genova 2008)
• EX-OTAGO | Mezze Stagioni (2011)
Il primo disco prodotto con la formula dell’azionariato popolare (crowdfunding) e tour italiano
• ILLUSTRO A GOA-BOA
live painting e fumetti in festival – 3 edizioni.
– BANGARANG_GOA-BOA CLUB SESSIONS

rassegna concerti e clubbing  2016-2018
– GOA-BOA FESTIVAL
Un Festival lungo 23 anni (1998-2019)


TUTTI I CONCERTI E GLI EVENTI
Dagli anni 80 ad oggi



GOA-BOA FESTIVAL
QUI TUTTE LE EDIZIONI



I NOSTRI PARTNERS
TOGETHER