2021 // Goa-Boa Preview a Villa Serra

Sabato 26
Giugno 2021

MOTTA
LUCIO CORSI
EUGENIA
POST MERIDIEM

GOA-BOA
PREVIEW
VILLA
SERRA

GREENSIDE!

Genova
VILLA SERRA
Via Carlo Levi 2
Comago

ORARI

Porte ore 18
Concerti dalle 19

POSTI LIMITATI
ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO SU MAILTICKET

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO SU TICKETONE

PARTECIPA
EVENTO FACEBOOK

Era già un bel po’ che si provava… poi il dannato Covid ha complicato le cose ma ora finalmente è la volta buona per  vedere Lucio Corsi sul palco di Goa-Boa!

Lucio Corsi è una delle più interessanti personalità musicali della sua generazione. Cantautorato, folk pop, glam rock in un sound figlio di interessi ed influenze musicali estremamente diverse tra loro. De Andre che sbatte sul Bowie di Hunky Dory con Ziggy che li sta a guardare, ebbe a dire qualcuno…

Lucio Corsi finalmente sul palco del Goa-Boa!

IL NUOVO TOUR

Il cantautore toscano riparte in tour accompagnato dalla sua super band
Marco Ronconi batteria
Filippo Scandroglio chitarra
Iacopo Nieri pianoforte
Giulio Grillo tastiere
Tommaso Cardelli basso.
Ci aspetta uno spettacolo travolgente, brillante, un vero e proprio rolling thunder tour. Con “Cosa faremo Grandi” Lucio ci ha fatto esplorare mondi straordinari caratterizzati da racconti, ricordi, suoni e metafore fiabesche alternate a scenari glam rock tutti rivisitati alla sua maniera. Un microcosmo immaginario tutto frutto della sua immaginazione.  In questo tour Lucio riproporrà brani tratti dal suo ultimo disco ma ci riserverà anche delle sorprese.

Lucio Corsi a GoaBoa_Villa Serra

LUCIO CORSI TRA COCOMERI DINOSAURI E FARFALLE

Toscano di ventisei anni, proveniente da Val di Campo di Vetulonia, nel 2012 sconfigge la Matematica e dopo varie esperienze con gruppi della zona ed altrettante esplorazioni di tombe etrusche si trasferisce a Milano.

Nella città tentacolare fonda un duo musicale con il quale inizia a suonare sia nei locali che in strada. Con una buona dose di cocomeri, dinosauri, farfalle e sigarette per la testa decide di intraprendere la carriera solista proponendo brani propri in italiano.

Mi diverte cercare di guardare le cose da un’altra prospettiva, da un altro punto: emergono tante riflessioni su argomenti già ampiamente affrontati. Per esempio, il mare: dargli una sembianza umana te lo fa scoprire da capo. È un metodo per ispirarsi e guardarsi attorno, per far saltare fuori storie nuove, come se usassi un arnese per estrarle” (da Wired)Lucio Corsi a Goa-Boa_Villa Serra

Ha all’attivo due CD, Altalena Boy / Vetulonia Dakar (prodotto da Federico Dragogna, che raccoglie i brani dei suoi primi due Ep) e Bestiario Musicale – entrambi per Picicca Dischi – che si presenta come un concept album a tema favolistico: ognuno degli otto brani è dedicato ad un animale della Maremma.

Nel corso dello stesso anno apre i concerti di Brunori Sas e dei Baustelle, coltivando l’amicizia con Francesco Bianconi, che insieme ad Antonio Cupertino produrrà il suo album del 2020, “Cosa faremo da grandi?”, per Sugar Music, accompagnato dalle opere visionarie del regista Tommaso Ottomano e riceve grandi apprezzamenti sia dagli addetti ai lavori sia dal grande pubblico.

È vero che gli alberi possono scappare
In fin dei conti tutti lo sanno
Per questo i giardini sono recintati
E chiudono a chiave i cancelli del parco
Ulivi costretti a marciare sul posto
Muovendo col vento soltanto le fronde
Gli alberi scappano meglio di notte
Senza portarsi dietro le ombre

Cosa Faremo da Grandi è il suo ultimo disco, prodotto da lui stesso con Francesco Bianconi, è uscito per Picicca Dischi e contiene 2259 parole.


LUCIO CORSI Facebook | Instagram