🌜

Un piccolo passo
per l’uomo…

goa-boa 2019

GOA-BOA
FESTIVAL
2019

GENOVA
PORTO ANTICO
Arena del Mare

Sabato 20
Luglio 2019

SALMO
QUENTIN 40
MASSIMO PERICOLO
SPERANZA
+
TBA

ORARI
Apertura porte
e biglietteria
ore 18.30

BIGLIETTI
in prevendita
  RIDOTTO PREVENDITA 
35€ +dp
  RIDOTTO COMMUNITY 
30€
(Disponibilità Limitata
in esclusiva c/o Goabox
per iscritti Newsletter GB)
 INTERO IN CASSA 
40€
(se disponibili)

BIGLIETTI
in vendita online
TICKETONE

BIGLIETTI
vendita offline
GOABOX
Piazza Pollaiuoli 66R Genova;
oppure
cerca qui il posto vendita
più vicino a te:
PREVENDITE AUTORIZZATE

Partecipa
EVENTO Facebook

Con un nome che tradisce la grande ammirazione per il regista americano, QUENTIN40 schizzato alle stelle con il suo primo singolo Thoiry remixato da Achille Lauro è fuori ora con l’album “40” nel quale si registra un unico significativo featuring: Fabri Fibra.

Il 2019 è cominciato con la pubblicazione di “Tiki Taka”, un brano che sprizza energia, con un Quentin40 in gran forma che, anche grazie alle sonorità di Dr. Cream, riesce a esprimere a pieno il suo potenziale artistico. Il singolo ha anticipato l’uscita di “40”, l’album con cui questo giovane artista si presenta: un ragazzo cresciuto guardando “L’odio” di Kassovitz, che canta con urgenza la vita di tutti i giorni passata al fianco degli amici ammazzando il tempo in quei giardinetti che rappresentano la sua banlieue.

Proprio perché è un disco così personale, non è un caso che ci sia un unico featuring e che sia stato fatto con un artista del calibro di Fabri Fibra: “666GAP” è un brano contemporaneo che si avvicina alla nuova scuola statunitense, con due generazioni unite dal rap e due stili quanto mai originali a confronto. Questo e gli altri dodici brani di “40” restituiscono il sapore di un percorso partito dal basso, appena cominciato e che ora entra nel vivo.

Classe ’95, originario di Acilia, borgata e frazione di Roma Capitale, Quentin (vero nome Vittorio Crisafulli) in questo esordio racconta un percorso artistico e di vita lungo oltre due anni, mettendo in rima con uno stile personale il suo quotidiano e le sue esperienze. Le tredici tracce di “40”, infatti, sono uno spaccato di vita di un ragazzo che è passato dalla vita in provincia di Roma a una città come Milano: un cambiamento che gli ha letteralmente stravolto la vita.

Sin dai primi singoli è stato subito chiaro come Quentin fosse un artista originale e innovativo, soprattutto grazie al suo modo di scrivere chiudendo le rime con le parole troncate. Con questa sua tecnica e grazie alle sonorità del suo socio, amico e producer Dr. Cream, Quentin si è costruito, singolo dopo singolo, una credibilità nella scena urban italiana, attirando l’attenzione di pubblico e addetti ai lavori.

Non è quindi un caso che il suo primo singolo, “Thoiry”, sia stato scelto da Achille Lauro per realizzare una versione remix con Boss Doms, Gemitaiz e Puritano che, oltre ai 23 milioni di streaming su Spotify e alle 11 milioni di views su YouTube (grazie a un flash mob diventato video), è stata certificata disco di platino.

Il percorso di Quentin è proseguito, nel 2017, con altri singoli come “Bomber ve” e “Luna Piè”, che lo hanno consacrato come uno degli emergenti più interessanti del panorama urban italiano. Nel 2018 ha pubblicato “Giovane1”, “Scusa Ma”, “Fahrenheit” e “Giovan8” (tutti contenuti in “40”) e ha collaborato con uno dei pilastri della scena rap italiana, Fabri Fibra, nel singolo “Se ne va” (non inserito nell’album).

QUENTIN40 // Facebook